Rimedi pressione bassa





La pressione bassa, nota anche come ipotensione, una condizione in cui i valori della pressione arteriosa sono inferiori alla media e generalmente al di sotto della coppia di valori 90/60 mm Hg.

Questo disturbo molto meno preoccupante e frequente dell'ipotensione e si manifesta con stanchezza e capogiri, nei casi pi severi sono possibili svenimenti e sincope. La pressione bassa un fenomeno tipico dei caldi mesi estivi e delle donne in stato interessante. Quando la patologia fisiologica un buon indice di difesa dalle malattie cardiovascolari.



Esistono molti rimedi naturali per i soggetti che hanno pressione bassa, generalmente provenienti da piante con principi attivi stimolanti e rimineralizzanti , ricchi di sali minerali e vitamine. Se l'ipotensione non associata a particolari segnali generalmente non richiede interventi specifici o farmacologici, ma possono essere benefici pochi piccoli accorgimenti come aumentare la quantit di acqua bevuta durante il giorno, un uso maggiore del sale nella dieta e l'integrazione di vitamine. Questo dovrebbe gi essere sufficiente per azzerare il senso di stanchezza conseguente alla pressione bassa.

Si possono assumere poi composti naturali a base di piante adattogene, come il ginseng, che stimolano il sistema immunitario, nervoso ed endocrino e aiutano il fisico ad adattarsi ai vari cambiamenti a cui sottoposto. Assumere alga spirulina aiuta a combattere i deficit dovuti ad una alimentazione povera e veloce tipica dei tempi moderni. Il th roibos un efficace antiossidante che apporta magnesio, manganese, potassio, sodio, calcio e ferro. Anche il succo di melograno (ricco di vitamine A. B e C) un ottimo supporto per il sistema cardiovascolare. Il polline e la pappa reale, formati da molecole DNA e RNA, combattono l'ipotensione e tutti gli stati di affaticamento e deperimento del fisico umano. Banalmente anche un alimento comune come il caff aiuta i soggetti con pressione bassa e rappresenta un rimedio immediato per il ripristino dei valori corretti della pressione arteriosa. Ad esempio, il caff viene consigliato alle persone pi anziane al termine di un pasto, quando si verifica un sensibile calo della pressione sanguigna, per contenere lo sbalzo di valore verso il basso. Bisogna per ricordare che il caff non una terapia, ma un espediente efficace nel breve termine il cui effetto svanisce nel giro di poco tempo. Sono simili per gli effetti procurati il th e il cacao.

Se il fenomeno della pressione bassa non associato a segnali o sintomi particolari, ricorrenti e particolari non richiede un trattamento specifico e duraturo nel tempo. Nei casi di manifestazioni severe del disturbo consigliato chiedere un consulto al proprio medico curante per riuscire a stabilire, in base ad una attenta anamnesi, le cause e gli effetti del disturbo e, di conseguenza, optare per la terapia pi opportuna che spesso viene eseguita ciclicamente. In ogni caso prima di ricorrere a trattamenti farmacologici, prassi comune tentare una terapia preventiva basata sull'aumento di citicolina nella alimentazione quotidiana unitamente alla regolazione dell'apporto idrosalino e di vitamine. Nella maggioranza dei pazienti questo sufficiente a stabilire valori pressori controllati e nella media.